9 fatti della mia vita per inaugurare il nono anno in Italia

0
9 włoskich faktów z mojego życia na inaugurację 9 roku we Włoszech




1. Nelle mie vene, oltre al sangue polacco scorre anche quello russo e spagnolo. Credo che quello andalusiano prevalga nel mio dna, perchè quando mi trovo nel meridione mi sento a mio agio circondata da tutto il folklore che questa terra mi offre, o almeno così sostengono alcuni amici.

2. Per la prima volta sono venuta in Italia all’età di 3 anni. Da allora nel Belpaese ho passato tante meravigliose vacanze e infine ho deciso di trasferirmi. Nella maggior parte dei casi soggiornavo a Venezia, sul lago di Garda e a Luni,  un piccolo paesino che si trova nei pressi delle cave di marmo di Carrara.

9 włoskich faktów z mojego życia na inaugurację 9 roku we Włoszech

9 włoskich faktów z mojego życia na inaugurację 9 roku we Włoszech

9 włoskich faktów z mojego życia na inaugurację 9 roku we Włoszech

3. Ho avuto la fortuna di giocare negli scavi: quelli di Luni e quelli della Villa di Catullo a Sirmione. Tutto questo grazie a mio nonno che è un’architetto e per anni misurava e disegnava le ricostruzioni dei reperti romani.9 włoskich faktów z mojego życia na inaugurację 9 roku we Włoszech

4. Ho studiato l’italiano al liceo, e ne ho anche dato un esame di maturità. Nel mentre ho vinto una borsa di studio dell’Istituto Italiano dell Cultura e ho avuto la possibilità di frequentare per 4 settimane un corso della lingua italiana per stranieri a Firenze. In mattinata eravamo a scuola, nel pomeriggio visitavamo la Toscana. I miei conquilini erano due Giapponesi, ed è stato poprio lì che per la prima volta ho mangiato il sushi.

5. Sempre durante gli anni del liceo abbiamo partecipato a uno scambio culturale con i ragazzi di Genova. Ognuno di noi è stato ospitato da una famiglia italiana e dopo alcuni mesi, li abbiamo accolti a Varsavia. Allora internet non aveva ancora preso piede, non esisteva ne Facebook, ne WhatsApp. Scrivevamo le lettere. Penso di essre l’unica a rimanere tutt’ora in contatto con due persone conosciute all’epoca.

6. La traduzione polacca de “Le nozze di Cadmo e Armonia” è stata dedicata a me.

9 włoskich faktów z mojego życia na inaugurację 9 roku we Włoszech

7. Ho studiato archeologia all’Università di Varsavia (Uniwersytet Warszawski) e successivamente all’Università degli Studi di Milano. Fin dall’inizio capivo tutto quello che mi spegavano, ma gli appunti li scrivevo in polacco. Proprio per quel motivo il primo esame era per me una sfida. Per preparami, dovevo tradurre tutto da capo.  Alla fine mi sono fatta prestare gli appunti da una simpaticissima collega del corso e a partire dal II semestre scrivevo in italiano.

9 włoskich faktów z mojego życia na inaugurację 9 roku we Włoszech

8. I primi 3 anni dopo il trasloco li ho vissuti a Milano, in zona Moscova e Parco Sempione. Mi hanno ospitato degli amici di famiglia: Piero e Mimosa. Per la maggior parte del tempo soggiornavano in campagna e io badavo alla loro casa di Milano e ai gatti. Tuttavia ci incontrevamo spesso a Milano. Grazie a loro ho avuto la possibilità di assaporare la vera vita dei milanesi e conoscere dei posti frequentati dagli stessi. Quando sono nati i gattini, due di loro li hanno adottati mia mamma e mie sorelle. Ma è da tanto tempo che le vicende di nostre famiglie incrociano. Piero è il nipote di Henryk Wars: un famossisimo compositore e pioniero di jazz in Polonia. Lui è autore delle canzoni Miłość ci wszystko wybaczy”, “Umówiłem się z nią na dziewiątą”, czy kołysanki “Ach, śpij kochanie”. Sua sorella Franciszka (Francesca) ha sposato un’archeologo italiano Antonio Frova che era amico di mio nonno.

9. A partire del 2013 vivo insieme a mio marito Damiano. Lui è bravissimo a fotografare i nostri viaggi e la mia cucina. Tutte le sue foto le potete ammirare sul blog. Da quasi due anni siamo in tre: abbiamo una figlia di nome Francesca. Chiamandola così volevo rigraziare Piero per il suo sostegno, l’amicizia e enorme l’aiuto che mi ha dato.

9 włoskich faktów z mojego życia na inaugurację 9 roku we Włoszech

Così che ora tu sai qualcosa in più su di me. Magari con più piacere seguirai questo blog e forse lo consiglierai anche a qualcuno che conosci o a chi piace scoprire i tesori dell’Italia.

A presto!

Ania

P.S. Se ti è piaciuto questo articolo o vuoi farmi qualche domanda, lascia un commento. Ricorda che ti aspetto su Facebook e su Instagram dove sono presente quotidianamente, pubblicando sempre più curiosità e più fotografie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here