9 luoghi magici della Lombardia





Milano, Bergamo, Como, lago di Garda e poi…? E poi in Lombardia ci sono tante meraviglie meno conosciute che ti possono lasciare a bocca aperta. All’alba del mio 9° anno in Italia voglio farti conoscere tutti i luoghi magici che adoro.

1. MILANO – CASA GALIMBERTI

“Milano non mi è piaciuta”, “Per conoscere la città basta qualche ora”, “Di Milano si può fare a meno”: tutte queste frasi sono abbastanza frequenti tra i turisti. Non sono vere. Io da 8 anni scopro Milano e ogni volta sono in grado di vedere qualche gioiello. Amo lo stile floreale che nella città è ben presente. Consiglio a tutti una gita sulle tracce del Liberty milanese e se siete di fretta andate a vedere almeno la Casa Galimberti che si trova dietro Corso Buenos Aires.

Casa Galimberti

Casa Galimberti

Casa Galimberti

Casa Galimberti

2. SAN PELLEGRINO TERME – LA CITTÀ FANTASMA

San Pellegrino Terme è una città di stile Liberty che si trova in Val Brembana. Nel Settecento si cominciò a sfruttare le proprietà terapeutiche delle sue acque e verso la fine dell’Ottocento, San Pellegrino diventò la meta d’obbligo dei reali, degli aristocratici e star del cinema e della musica. In quell’epoca vennero costruiti bellissimi palazzi, le terme e la funicolare. Dopo la II Guerra Mondiale tutti questi lussuosi palazzi vissero un periodo difficile, in compenso si iniziò a esplorare l’acqua. La città-fantasma come talvolta viene chiamata ha un grande fascino.

San Pellegrino Terme

3. PARCO ADDA NORD – IL LUOGO CHE ISPIRÒ LEONARDO DA VINCI

Come sapete Leonardo da Vinci per molti anni viveva e lavorava a Milano. Pochi invece sanno che furono i paesaggi lombardi e non quelli toscani a ispirarlo. Li possiamo ammirare su due quadri: “La Gioconda” e “La Vergine delle rocce”. Nella parte bassa del fiume Adda si trova il Parco Adda Nord famoso per la sua meravigliosa fauna e i suoi incantevoli percorsi che costeggiano il fiume. È lì che si trova Trezzo sull’ Adda, ovvero il luogo che incantò Leonardo fino a tal punto da ricordarlo nelle sue opere.

Parco Adda Nord

Parco Adda Nord

Parco Adda Nord

4. CERTOSA DI PAVIA – MUSEO A CIELO APERTO

Ti ha impressionato il Duomo di Milano? Devi scoprire la Certosa di Pavia. Questa chiesa è un perfetto esempio dell’evoluzione dell’arte lombarda dal gotico al rinascimento. La facciata marmorea con tante sculture è una specie di museo a cielo aperto. La Certosa merita una visita.

Certosa di Pavia

Certosa di Pavia

5. PIAZZA DUCALE A VIGEVANO

In Pianura Padana, nella Provincia di Pavia si trova Vigevano. A cavallo tra il Tre e il Quattrocento Luchino Visconti e Ludovico Sforza con l’aiuto di Donato Bramante e Leonardo da Vinci trasformarono un piccolo borgo in una sede reale estiva. Il luogo più affascinante di questo paese è la centralissima Piazza Ducale. Fu progettata dal maestro Bramante che si ispirò ai fori romani. È uno spettacolare esempio dell’architettura lombarda del Quattrocento. Nota bene: a Vigevano si trova la Gelateria Vero Latte dove fanno il gelato più buono di tutta Europa.

Vigevano

Vigevano

Vigevano

6.RIO DI MANTOVA

Tante sono le bellezze di Mantova. Il mio luogo magico è il cosidetto Rio di Mantova, ovvero un canale che taglia la città e collega il lago Superiore all’Inferiore. Anche se alcune scelte urbanistiche del primo dopoguerra portarono alla copertura di un tratto del Rio, scorci pittoreschi di questo tratto d’acqua non mancano.

Mantua

Mantua

7. VAL DI MELLO – MALDIVE DELLA LOMBARDIA

Val di Mello è un fondovalle di origini postglaciali. Qui si trovano piccoli villagi con le case di pietra, rifugi, prati dove in primavera ed estate pascolano le mucche, un torrente e dei laghetti turchesi. Chiunque sia stato in Val di Mello, torna volentieri.

Val di Mello

Val di Mello

Val di Mello

8. VILLA CAROLOTTA E IL PANORAMA DEL LAGO DI COMO

Gli stranieri e sopprattuto quelli provenienti dall’Europa settentrionale spesse volte scelgono il lago di Garda. Più bello ed elegante è invece il lago di Como che sempre attirava e ispirava artisti. La sponda occidentale è diversa da quella orientale: le dolci versanti si contrastano con i fiordi rocciosi. La parte centrale del lago è meravigliosa e io adoro il panorama che si estende dalla Villa Carlotta.

willa Carlotta

willa Carlotta

willa Carlotta

9.Crespi d’Adda: città ideale degli operai è un paese che non nacque nel corso degli secoli o come effeto delle vicende storiche. Crespi d’Adda è il frutto di un’idea ben studiata. Non stupisce che fu fondato a cavallo del XIX e XX secolo nella industrializzata Lombardia. Tutto il progetto seguiva rigorosamente il modello di un perfetto villagio degli operai inglesi. Il posto a partire del 1995 fa parte del Patrimonio UNESCO.

Crespi d'Adda

Crespi d'Adda

Crespi d'Adda

A presto!

Ania

P.S. Se ti è piaciuto questo articolo o vuoi farmi qualche domanda, lascia un commento. Se invece sei stato in uno dei posti descritti, puoi condividere con me una foto da te scattata, pubblicandola sotto forma di un commento. Ricorda che ti aspetto su Facebook e su Instagram dove sono presente quotidianamente, pubblicando sempre più curiosità e più fotografie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2012-2020 podsloncemitalii.pl | Wszystkie prawa zastrzeżone | Kopiowanie i rozpowszechnianie bez zgody podsloncemitalii.pl zabronione